Nba, la scommessa per il titolo si chiama Milwaukee Bucks

milwaukee bucks

Il gioco d’azzardo sta macinando numeri importanti in Italia, non solo per quanto riguarda le scommesse sportive, ma anche in riferimento a tanti altri giochi, come i gratta e vinci online che puoi trovare nei migliori siti di gioco.

Il settore, però, è davvero trainato da un numero sempre più alto di scommesse sul mondo dello sport.

Certo, il calcio è sempre lo sport su cui si punta di più, ma anche la pallacanestro, in modo particolare la Nba, sta acquisendo sempre maggiore spazio e visibilità.

Proprio nel campionato più spettacolare al mondo, ormai, manca sempre di meno alla fine della regular season. Nelle due Conference, però, i giochi non sono ancora del tutto chiusi in ottica playoff.

Ad Est, addirittura, ci sono cinque squadre che si stanno giocando l’accesso alla post-season, visto che ci sono ancora tre posti in ballo, mentre Indiana e Boston si affronteranno a breve e quella sfida sarà decisiva per capire, tra le due, a chi finirà il fattore campo.

La serie tra Celtics e Pacers è praticamente l’unica davvero certa fino a questo momento.   

Miami quasi fuori dai playoff ad Est

La sconfitta dopo un overtime a Toronto fa davvero malissimo a Miami, che colleziona la terza battuta d’arresto di fila e che ormai deve dire quasi addio al sogno di giocare nei playoff e di poter garantire l’ultimo “tango” a Dwyane Wade, che si ritirerà al termine della stagione.

Con una vittoria di Brooklyn e una dei Pistons, gli Heat sarebbero completamente estromessi dalla corsa verso i playoff. Miami non è stata in grado di trovare una soluzione al rebus Siakam, autore di 23 punti, 10 rimbalzi e soprattutto del canestro decisivo nell’ultimo giro di lancette dell’overtime.

Oltre quota 20 anche Norman Powell, Leonard e Danny Green, quest’ultimo implacabile nel supplementare. Purtroppo, ancora una volta Miami si dimostra troppo nervosa nei finali punto a punto.

I Bucks hanno il miglior record della Lega

Milwaukee ha già messo le mani su un bel vantaggio: i Bucks hanno il miglior record della Lega e il primo posto ad Est.

Quindi, potranno contare sul fattore campo per tutti i playoff. Un vantaggio mica da ridere per una squadra che, tra le mura amiche, fila ad una velocità doppia.

Ad Ovest i Warriors hanno il miglior record, visto che ormai pare improbabile che Denver possa fare meglio. Il secondo posto dei Nuggets, però, è ancora in bilico, dal momento che Houston ha solamente una gara di ritardo, anche se solo un match da disputare.

La quarta piazza nella Western Conference è ancora incerta, dal momento che, con due partite alla fine, Portland e Utah potrebbero ribaltare il vantaggio del fattore campo.

Ai playoff ci andranno anche i Clippers, nonostante la cessione di Harris, che è finito ai Sixers, con Danilo Gallinari grande protagonista di questo super finale di stagione, che è valso comunque il biglietto di accesso per la post-season.

Infine, San Antonio e Oklahoma City si stanno contenendo il settimo posto: chi vince avrà la possibilità di evitare i favoriti d’obbligo, ovvero i Golden State Warriors di Steph Curry, Durant, Cousins e Thompson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *